Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Proseguendo nella navigazione sul sito accetti l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza esclusivamente cookies tecnici per migliorare i servizi offerti. Non vengono utilizzati cookies di profilazione per l'invio di messaggi pubblicitari.

In ogni caso puoi sempre decidere di disabilitare l'utilizzo dei cookies dal tuo browser.

Per maggiori informazioni sulla nostra cookies policy e per istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE OBBLIGATO A VACCINARE PER L'INFLUENZA

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera di Adriana Loglio di commento alla sentenza allegata

Il Presidente: Dott. Ottavio Di Stefano

Obbligo di obbedienza cieca e assoluta

Alla c.a del Presidente
Dott. Ottavio di Stefano
-------------------
La sentenza allegata crea un pericoloso precedente. Può un MMG, libero professionista convenzionato e non dipendente,  essere obbligato a somministrare per conto terzi  farmaci che egli NON ha deciso?

Ciò dovrebbe far riflettere ancora di più sulle proposte del Nuovo Codice Deontologico di obbligo di "collaborazione con le Aziende sanitarie"
Riassumendo quanto si evince dalla vicenda:

Il ricorso del medico ha, purtroppo, addotto anche problemi  e aspetti economicisti per cui il TAR si è concentrato su quelli ritenendoli compatibili,  mentre è passato in secondo piano, e non valutato, il tema della indipendenza di giudizio terapeutico. Il vero punto è infatti:  perchè un Medico libero professionsita convenzionato, che ha un rapporto fiduciario personale con i propri pazienti, debba forzosamante somministrare per conto terzi farmaci che lui non ha deciso. Può ciò essere imposto in un Accordo Collettivo Nazionale?

Questo pone enormi problemi di carattere generale e pone l'esigenza pratica di stare molto attenti a cosa si scrive negli ACN. Qui giustamente il collega si duole che il MMg sia un mero esecutore di decisioni su cui non può avere alcun margine e che deve pedissequamente applicare. Ma che tipo di rapporto si configura con ciò? Siamo ancora in un rapporto libero professionale convenzionato o di dipendenza? Chi e come e quanto risponde in caso di problemi? Oltretutto le vaccinazioni antinfluenzali sono un campo in cui sono non poche le controversie scientifiche. Il tema vaccinazioni ( a torto o ragione) è inoltre un tema "sensibile" per molti cittadini cui può certamente non piacere che il loro medico di fiducia sia costetto a proporre loro provvedimenti dal medesimo non decisi.

 

Riporto poi quanto ricevuto da un collega: I medici della Provincia Della Spezia si rifiutarono in massa, lo scorso anno, di effettuare le vaccinazioni antiinfluenzali. Questo è avvenuto perchè l'anno precedente un medico era stato denunciato da un suo paziente per un effetto collaterale grave ( credo s. di Guillain-Barré) e la ASL si era rifiutata i di difenderlo legalmente, scaricando tutte le responsabilità sul medico vaccinatore.

Adriana Loglio

icon MMG OBBLIGATO VACCINAZIONI 2013