Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Proseguendo nella navigazione sul sito accetti l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza esclusivamente cookies tecnici per migliorare i servizi offerti. Non vengono utilizzati cookies di profilazione per l'invio di messaggi pubblicitari.

In ogni caso puoi sempre decidere di disabilitare l'utilizzo dei cookies dal tuo browser.

Per maggiori informazioni sulla nostra cookies policy e per istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

OBIEZIONE DI COSCIENZA

Le procedure per l'esercizio del diritto di obiezione di coscienza prevedono che il sanitario invii entro trenta giorni dalla presa di servizio presso una struttura sanitaria ove è praticata l'interruzione volontaria di gravidanza,

una comunicazione al medico provinciale (oggi Area Igienistica della Direzione gestionale distrettuale competente) ed al Direttore sanitario della Struttura ove è esercitata la professione, secondo le disposizioni impartite dalla nota dell'ASL del 2001 allegata al presente articolo. L'ASL nelle strutture centrali e periferiche conserva registrazione e copia dell'atto con il quale il professionista ha comunicato di voler esercitare l'obiezione.

 

icon Nota informativa ASL icon Protocollo operativo icon obiezione