Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Proseguendo nella navigazione sul sito accetti l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza esclusivamente cookies tecnici per migliorare i servizi offerti. Non vengono utilizzati cookies di profilazione per l'invio di messaggi pubblicitari.

In ogni caso puoi sempre decidere di disabilitare l'utilizzo dei cookies dal tuo browser.

Per maggiori informazioni sulla nostra cookies policy e per istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

ASSONANZE/DISSONANZE ITALIA-CINA

Riceviamo e volentieri pubblichiamo le riflessioni del Dottor Sergio Perini sul tema in oggetto

Il Presidente: Dott. Ottavio Di Stefano

ASSONANZE/DISSONANZE ITALIA-CINA

 

Sono rientrato domenica 3 settembre 2017 dal mio ennesimo viaggio di studio in Cina presso la Università di Zhengzhou, capitale di 10 milioni di abitanti  dell’Henan, regione della Cina di 100 milioni di abitanti.

Dal 1991 frequento diverse Università di Medicina Tradizionale Cinese (Beijing, Nanjing,Tianjing, Shanghai, Guilin, Guanzhou) e ogni volta sono meravigliato per il continuo e costante  sviluppo sociale ed economico di questo grande Paese di 1 miliardo e trecento milioni di abitanti.

Inevitabili sono i confronti con l’Italia che, seppure abbia un minore territorio e meno abitanti, è pur sempre uno dei Pesi occidentali più importanti.

La Cina ha una grande capacità di organizzazione nonostante abbia una massa enorme di persone: lo si tocca con mano nelle metropolitane, nelle Scuole, negli Ospedali, nelle strade.

La gestione del verde urbano, dei giardini, degli spazi tra le strade e lungo le strade è straordinario con persone dedicate al controllo e alla pulizia di tutti gli spazi verdi.

Il controllo sociale è  evidente con la presenza di videocamere ovunque.

Il livello stipendiale è progressivamente aumentato con un benessere materiale evidente a tutti i  livelli anche se ben lontano dai nostri standard.

Il livello di  disoccupazione nel 2017 è  del 4,2% rispetto all’11,7 % italiano. Dovunque si vedono giovani cinesi impiegati nelle varie funzioni e servizi. Difatti il PIL cinese annuale è del 7 % in rapporto al PIL italiano dell’1,3 % per il 2017.

Nelle Università e nelle varie Scuole di vari livelli si possono osservare giovani molto seri impegnati nelle varie esperienze didattiche e sportive. In Università gli studenti che non riescono a superare gli esami entro l’anno accademico sono costretti a rientrare a casa lasciando il College.

La motorizzazione è in grande aumento parallelamente all’enorme sviluppo di una rete stradale e autostradale in continua espansione con raccordi e ponti di grande  impegno ingegneristico. Tutto il settore delle motociclette anche di grossa cilindrata  è basato su motori elettrici silenziosi e con prese per la carica ad ogni posteggio dedicato. In Italia le scelte sullo sviluppo della trazione elettrica è ancora una utopia!

La campagna è gestita con grande impegno  sia dai singoli contadini sia dalle cooperative con enorme produzione di prodotti agricoli L’ultima trovata è la coltivazione della canapa indiana autorizzata dallo Stato per affrontare la richiesta dell’industria farmaceutica con un guadagno di 1500 euro ad ettaro!

La presenza di gru e di cantieri edili è ovunque con la nascita di città  e reti stradali completamente nuove che nascono nel nulla della campagna per dare una risposta adeguata alla richiesta di appartamenti dei cittadini. Spesso nei cantieri edili si lavora H 24 con 3 turni degli addetti tant’è che di notte si sentono i rumori di ruspe e di saldature nei palazzi in costruzione.

La Sanità, di cui mi occupo in particolare,è gestita con grande attenzione: ogni cittadino paga un quid di tasse in base al reddito e ha diritto ad una carta sanitaria elettronica con cui si approccia ai vari servizi sanitari, poliambulatori o degenza pagando un tiket che si diversifica secondo i 3  livelli degli ospedali. La Sanità ha il plusvalore di unire con par condicio la Medicina Occidentale (MO) con la Medicina Tradizionale Cinese (MTC) utilizzando le varie metodiche secondo linee guida e indicazioni cliniche. Nel grande Ospedale di Zhengzhou ci sono 100 sale operatorie, 6 camere iperbariche, sale di compensazione con poltrone per massaggio per i chirurghi, 2 tipi di farmacia per i prodotti chimici e per le erbe cinesi con possibilità di produrre estratti secchi, cartelle sanitarie informatizzate, sistema di  trasporto elettronico in rete per referti, materiale biologico e farmaci, mense per il personale sanitario, ristorante per i parenti dei degenti , personale di polizia nei reparti etc. etc.

Gli studenti di Medicina studiano in comune i primi 2 anni le materie di base per poi suddividersi nel triennio successivo al 50% tra chi studia la MO e di chi studia la MTC.

E’ aumentato il disagio sociale con un aumento della depressione reattiva al 4,5% della popolazione per lo iato tra la disponibilità economica e i bisogni indotti dai mass media e dal confronto con i cinesi benestanti.

La privacy è un concetto molto lontano dalla sensibilità cinese.

La prevenzione primaria è un argomento molto sentito tra la popolazione e la dimostrazione è la massiccia partecipazione mattutina e serale alle ginnastiche cinesi quali il Qi Gong, il Taijiquan, danze collettive etc.

Certo la democrazia come la si intende in Occidente non esiste e, secondo mio parere, non potrà mai esistere visto il numero elevato di cittadini suddiviso in diverse etnie. Il Partito Comunista Cinese è strutturato in modo piramidale analogamente alla gestione di Potere imperiale ed è, di fatto, la fotocopia  e la interfaccia della struttura di comando dello Stato. Se dovesse cadere il PCC cadrebbe anche lo Stato Cinese!

Dr Sergio Perini